Milano Fashion Week FW16/ part 2

Ecco la seconda parte della nostra guida al meglio della settimana della moda milanese. [Se vi siete persi la prima parte potete mettervi in pari facilmente leggendo il meglio che abbiamo selezionato per voi qui]

Formula vincente non si cambia: anche per questa parte vi segnaliamo i consigli da appuntare in agenda per il prossimo anno (ma potete sperimentarli gia’ da ora!).

Tod’s: merita una menzione speciale Alessandra Facchinetti. Personalmente io l’ho sempre ritenuta brava e mi sono sempre domandata come mai non abbia funzionato appieno da Gucci e Valentino. Forse ci voleva un marchio nuovo nel pret-a-porter, con cui potersi esprimere piu’ liberamente. Tod’s e’ la sua migliore opportunita’ e Alessandra sta creando a poco a poco un’immagine di brand dall’anima sportiva ma profondamente fashion ed elegante:

Non c’e’ un singolo capo che non comprerei o indosserei il prossimo autunno; anzi, ho gia’ inserito tutto in wishlist, in particolare modo questa giacca:

tods fw16_maison chateaux_.jpg

E questi meravogliosi mocassini (che esistono in una varieta’ incredibile di colori):

tods fw16_maison chateaux_5.jpg

Da segnare in agenda: scarpe e borse, simbolo di Tod’s, faranno la differenza. Non piu’ solo pratiche e da week-end si sono trasformate in un vero feticcio fashion.

 

Paula Cademartori: rimaniamo in tema accessori per il brand piu’ caliente del momento. La bella Paula ha presentato l’ennesima stupefacente collezione di borse e scarpe in una magnifica location, il Mandarin Oriental. Con PC Suite si entra nel mondo di Paula: accanto alle classiche Sylvie, Faye, Tatiana e Dun Dun bags, declinate in fantasie tapestry per la prossima stagione, c’e’ la linea di calzatura che si fa sempre piu’ interessante (e ricca, visti i nuovi modelli!).

Una mezione particolare va alla linea con borchiette e cristalli, davvero splendida:

Da segnare in agenda: un accessorio bold per il prossimo inverno. Fa la differenza in qualsiasi look.

 

Philosophy by Lorenzo Serafini: il tam tam mediatico sta facendo la fortuna di questo giovane designer, che sta diventanto il preferito di blogger e it-girl. La collezione presentata e’ fresca e con accenni boho: pizzi, chiffon e trasparenze che vanno fortissimo di questi tempi. Belli anche gli stivali bootcut.

Da segnare in agenda: una blusa in chiffon, must-have da avere nell’armadio.

 

Rossella Jardini: menzione d’onore per la signora della moda, che presenta una collezione davvero interessante e innovativa per il prossimo Autunno/Inverno. Il tocco della stylist (Viviana Volpicella ndr) c’e’ e si vede: gli abbinamenti sono perfettamente azzeccati e gli accessori completano il look in modo perfetto:

Uno dei pezzi migliori e’ senz’altro la salopette, che diventa un capo elegante e sfizioso:

rossella jardini fw16_maison chateaux_3

Da segnare in agenda: la salopette e le fasce grosse per i capelli, da abbinare a orecchini e gioielli vistosi.

pics via style.com
Paula Cademartori official instagram profile

Le cose che vorrei ora (possibilmente in saldo, grazie)

Negli ultimi mesi sono stata brava. Ho speso poco (per quanto si possa spendere poco a Natale), non ho ho comprato poco anche ai saldi (ad eccezione di un paio di Valentino che puntavo da secoli) e mi sono trattenuta anche dal riempirmi di vestiti low-cost (la 15esima camicia, la 12esima gonna..) che coi saldi diventano talmente low che non riesci piu’ neanche a trattenerti che la carta di credito e’ gia’ li che striscia nelle mani della commessa.

Fin qui tutto bene: ho piu’ soldi nel conto corrente, la 13esima e’ intatta e volendo potrei sbizzarrirmi ora… Certo. Peccato che non riesca piu’ a trovare quelle cose per cui aspettavo i saldi e che ora, ovviamente, non si trovano piu’. Tutti i capi migliori, gli evergreen, quelli piu’ mettibili, sono magicamente spariti dai negozi. Oppure, non sono in saldo.

Vorrei, ad esempio, un cappotto nero: questo di Max&Co mi piaceva assai, ma ho rimandato e rimandato la spesa perche’c’erano altre spese in quel momento e 400€ mi sembravano troppi per un cappotto di lana Max&Co, dunque volevo aspettare i saldi. Nel frattempo sono spariti tutti i cappotti neri tg 38/40 di tutti i negozi di Milano e provincia. Sara’ possibile??

cappotto nero-maison chateauxl.jpg

Se avete una taglia piu’ grande della mia beate voi perche’ in alcune taglie e’ ancora disponibile qui

Un’altra cosa che desideravo ai saldi era questa maglia di Cos: ampia, con una sorta di balza creata dalla sovrapposizione con un tessuto camicia. L’avevo adocchiato a dicembre, quindi mi sembrava corretto aspettare i saldi per averlo. Ovviamente non e’ saldato, ma se volete lo trovate qui :cos_maison chateaux

 

[Per dovere di cronaca da Cos avevo visto anche un vestito nero molto carino, con un’arricciatura in gros-grain tra collo e maniche. Questo probabilmente deve essere andato in saldo perche’ non l’ho piu’ trovato ne online ne in negozio]

In ultimo avrei voluto una borsa. Ammetto di non avere dei gusti facili in fatto di borse e di avere una propensione innata ad innamorarmi di borse a 4 zeri. Avevo giusto adocchiato queste:

 

b-rockstud Valentino-maison chateaux

B-Rockstud di Valentino, scontata al 40% su mytheresa.com ormai esaurita [NDR se volete e’ ancora disponibile nella versione piu’ piccola qui ].

E anche questa della mia amatissima Paula Cademartori, scontatissima su runin2.com addirittura al 60%:

PETITE-FAYE paula cademartori-maison chateuax

Per non parlare della favolosa Drew di Chloe’, it-bag del 2015, scontata al 50% su stefaniamode.com

chloe-drew bag-maison chateaux

Ovviamente tutte queste meraviglie sono andate in saldo senza che io me ne accorgessi (e vi assicuro che io monitoro tutto continuamente!!).

Tutto questo mi fa nascere una riflessione: avrei davvero comprato queste cose se le avessi trovate con lo sconto giusto? O forse c’e’ una sorta di favola della volpe e l’uva ribaltata, ossia che nella mia testa sono convinta che le avrei volute perche’ nel mio subconscio una cosa non piu’ disponibile diventa automaticamente piu’ desiderabile?

A voi e’ mai capitato? Raccontatemelo nei commenti!!

 

 

Autumn’s Wish List: cosa indossare ora che e’ davvero arrivato l’Autunno

L’autunno e’ tristemente arrivato. Quindi benvenuti primi freddi, benvenuti primi raffreddori, benvenuti vestiti pesanti…. E purtroppo benvenute giornate corte.

Ok, non sono proprio tristissima per tutto: devo dire che il fatto di non dover piu’ sudare in faccia non appena messo naso fuori dall’aria condizionata mi regala un aspetto piu’ gradevole. E inoltre col freddo si sa che si puo’ mangiare di piu’ perche’ si consumano piu’ calorie (o no??).

In ogni caso una volta entrati ufficialmente in autunno siamo anche giustificati nell’allargare il nostro guardaroba. D’altra parte per il cambio degli armadi mi sembra onestamente presto (vuoi mettere se arriva un’ondata di caldo a Milano?) anche perche’ quando si inizia un lavoro del genere bisogna rilavare meta’ delle cose/stirarle ecc. Quindi e’ molto piu’ semplici (e acquistare qualche capo basico nuovo.

Per semplificarvi le scelte abbiamo diviso la wishlist in 3 fasce di prezzo: premium, medium e low. Cosi potete creare la vostra wishlist personale, in base al vostro budget e a quello che vi piace di piu’. Enjoy!

Wishlist Autunnale – PREMIUM PRICE

Cappotto (540€) + vestito (795€) + felpa (345€) + pantalone (665€). In totale 2345€.

elis-coat_isabel marant

Coat by Isabel Marant

giamba_hearts-print-lace-dress

Dress by Giamba (Giambattista Valli)

plaid-sweatshirt-balenciaga

sweatshirt by Balenciaga

stella-pants

Pant by Stella McCartney

Wishlist Autunnale – MEDIUM PRICE

Cappotto (229€) + vestito (245€) + maglione a quadri (159€) + jeans in velluto (270€). In totale 903€

cappotto rosa_maxandco

Coat by Max&Co

abito pinko

Dress by Pinko

knit maxandco

Knit by Max&Co

velvet-corduroy-pants-theseafarer

Pantaloni by The Seafarer

Wishlist Autunnale – LOW PRICE

Cappotto (89€) + vestito (40€) + maglioncino a righe (40€) + pantaloni (45€). In totale 215€

cappotto bottiglia zara

Coat by Zara

vestito maculato mango

Dress by Mango

maglione zara

Knit by Zara

mango pants

Pantaloni by Mango

Pics via antonia.it, pinko.it, zara.com, shopmango.com, maxandco.com

Grey and Grey: per un autunno tutt’altro che grigio

Il povero grigio e’ sempre stato demonizzato: comunque lo si utilizzi ha sempre un’accezione negativa. “E’ grigia”, per dire che una cosa e’ critica; “che persona grigia”, per dire che qualcuno e’ triste; “Che grigio”, quando guardiamo fuori dalla finestra dell’ufficio e il cielo non promette nulla di buono.

Il grigio, in realta’, e’ un colore che io adoro, soprattutto nei vestiti. Ora, ci sono toni e toni di grigio. Continua a leggere

EXPO 2015: istruzioni per l’uso

A Maison Chateaux siamo ovviamente gia’ stati ad Expo piu’ volte: un po’ per curiosare, un po’ per provare i vari ristoranti, un po’ per lavoro. E ci e’ piaciuto tantissimo. Per chi di voi non ci fosse stato o per chi ci vorra’ ritornare ecco a voi i consigli per viverlo al meglio!

1. Una giornata intera ad Expo = prova di forza

Expo e’ immensa, piu’ di quanto sembri. E mette a dura prova il fisico, soprattutto in caso di giornata molto calda e con molto sole. continua a leggere…